Bonus TV 2019: cos’è e come funziona In arrivo agevolazioni sull'acquisto di un nuovo televisore per adeguarsi al digitale terrestre di seconda generazione a partire dal 2022.

Pubblicato da lentux-informatica il

  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares

Già da quest’anno sarà possibile usufruire del bonus tv per l’acquisto di un nuovo televisore dotato del nuovo digitale terrestre di seconda generazione.

Nel mese di Luglio 2022 infatti ci sarà il passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre che aprirà le porte al futuro delle trasmissioni televisive.

A partire dal 2019 si potrà usufruire di agevolazioni per l’acquisto di un nuovo televisore dotato del nuovo digitale terrestre.

Ovviamente non tutti saranno interessati a questo passaggio al nuovo digitale terrestre, ma soltanto coloro che sono in possesso di televisori un po’ più datati.

Vediamo quali sono i dispositivi interessati a questo cambiamento e come poter sfruttare il bonus tv 2019 per poter utilizzare la nuova tecnologia DVB-T2.

Cos’è il bonus tv 2019?

Il bonus tv e decoder 2019 è un contributo economico per tutte quelle famiglie che acquisteranno a partire dal 2019 un nuovo televisore DVB-T2 o un decoder di seconda generazione.

La modalità con cui sarà erogato il bonus non è ancora del tutto chiara.

Potrebbe essere presentata sotto forma di detrazione fiscale oppure direttamente attraverso uno sconto applicato nel momento dell’acquisto.

bonus tv

Il bonus, in qualunque delle due forme disponibili, dovrebbe coprire soltanto una parte del costo sull’acquisto dei nuovi dispositivi per adeguarsi al nuovo digitale terrestre.

Quello che si sa attualmente è che il Governo, con la nuova Legge di Bilancio, dovrebbe stanziare circa 150 milioni di euro per la sostituzione dei vecchi televisori e il passaggio al nuovo digitale terrestre.

Ovviamente il passaggio non sarà istantaneo, ma sarà prevista una fase di transizione dal vecchio al nuovo digitale terrestre.

Dal 2020 fino alla data di switch-off (data del passaggio completo), entrambe le tecnologie funzioneranno contemporaneamente e, soltanto dal 1 luglio 2022, i programmi si vedranno solo con il DVB-T2 e l’HEVC.

Bonus tv 2019: chi potrà utilizzarlo?

Ancora non è del tutto chiaro a chi e come verrà erogato questo bonus tv.

Tutto ciò che si sa è che con l’ultima Legge di Bilancio 2018 è stato creato un fondo di circa 150 milioni di euro da utilizzare in 3 anni, a partire dal 2019, per la sostituzione del vecchio televisore.

Quello che è certo è che l’agevolazione è prevista soltanto per la sostituzione di un solo televisore per famiglia.

LEGGI ANCHE: Le migliori tecnologie per una connessione a internet

Allo stato attuale, ne possono usufruire soltanto coloro che sono esenti dal pagamento del canone Rai, cioè chi ha più di 75 anni di età e vive in condizioni economiche precarie (reddito annuo inferiore a 8.000 euro).

Questo però non esclude ulteriori cambiamenti nel corso di quest’anno, con la possibile erogazione del bonus anche a tutte le altre famiglie.

Non resta dunque che attendere per conoscere nuove evoluzioni e gli esatti importi dei nuovi bonus in arrivo.

Il motivo del cambiamento

Perchè è stato deciso di effettuare questo cambiamento e passare a una nuova tecnologia di seconda generazione?

La causa fondamentale di tutti questi cambiamenti è da attribuirsi al nuovo standard di comunicazione mobile 5G.

Attualmente, infatti, le emittenti televisive trasmettono sulla banda 700 (denominata banda nobile”), con frequenze comprese fra i 694 e i 790 MHz.

Con il passaggio alla tecnologia di seconda generazione si dovrà necessariamente abbandonare la banda intorno ai 700 Mhz lasciandola esclusivamente ai dispositivi 4G e 5G.

Ciò impedirà alle tv dotate della tecnologia DVB-T e ai vecchi decoder di ricevere le nuove frequenze, senza la possibilità di vedere alcun programma televisivo.

Le frequenze sulla banda intorno ai 700 Mhz penetrano molto più facilmente e superano gli ostacoli con molta più facilità di quelle con lunghezze d’onda più corte.

Questo cambiamento consentirà a tutti i tablet e smartphone di avere una copertura nettamente migliore rispetto a quella attuale.

Quindi, oltre al fattore legato strettamente alla navigazione mobile, la nuova versione del digitale terrestre DVB-T2 migliorerà la qualità visiva e sonora, con molti più contenuti ad altissima risoluzione.

In Italia, inoltre, il passaggio al nuovo standard avverrà congiuntamente all’adozione del codec denominato HEVC (High Efficiency Video Coding).

Questo nuovo codec, più efficiente dell’attuale MPEG2/MPEG4, permetterà una compressione dei dati mantenendo un’elevata qualità e il completo supporto alle immagini fino a 8192×4320 pixel.

Quali televisori sostituire?

Come già detto precedentemente, non tutti devono fare obbligatoriamente questo passaggio.

Per legge, infatti, tutti i televisori in commercio da Gennaio 2017 sono già provviste di questa nuova tecnologia.

Molti negozi però, a causa di un’eccessiva presenza in magazzino di televisori dotati di decoder di prima generazione DVB-T, hanno continuato a venderli fino ad esaurimento scorte.

In questo caso i commercianti sono stati obbligati a vendere, insieme alla tv, un decoder di nuova generazione DVB-T2 con codec HEVC, completamente compatibile con la tecnologia del futuro.

Se anche tu vuoi sapere se dovrai sostituire il tuo televisore ti basterà semplicemente andare sul sito del produttore del tuo dispositivo e controllare se è già predisposto per il DVB-T2.

In alternativa potrai verificare la presenza della targhetta di colore blu col logo DVB-T2 che riporta anche la sigla del Codec HEVC/H.265.

bonus tv

Un ulteriore controllo è la presenza del bollino DGTVi Platinum che attesta la presenza di un sintonizzatore certificato nel televisore o nel decoder..

bonus tv

Nuovi modelli da acquistare

Come già detto precedentemente, tutti i televisori in vendita da Gennaio 2017 sono già dotati di questa nuova tecnologia DVB-T2.

Quindi nel momento dell’acquisto, per avere ulteriori conferme di fare la scelta giusta basta verificare la presenza di uno dei due bollini con la sigla DVB-T2 o DGTVi Platinum.

Un’ulteriore verifica potrà essere anche la presenza del bollino “la tivù”.

Questo nuovo bollino identifica i televisori dotati di tutte le tecnologie più aggiornate per ricevere le trasmissioni televisive del futuro.

bonus tv

Attualmente sono stati certificati vari modelli di tv LG, Sony e Samsung appartenenti alla gamma 2018.

L’elenco completo dei televisori dotati del DVB-T2 è disponibile direttamente sul sito ufficiale di la tivù e sarà costantemente aggiornato con i futuri modelli.

I tempi del passaggio

Come molti di voi sapranno, qualche anno fa c’è stato un primo passaggio dalle trasmissioni analogiche a quelle digitali con passaggio al DVB-T.

Tutti siamo stati costretti ad acquistare un nuovo televisore o più semplicemente un decoder DVB-T da collegare direttamente alla tv per visualizzare i programmi televisivi.

Tutto quello che è successo qualche anno fa, succederà fra poco con il passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre DVB-T2.

Infatti, a partire dal 1 Luglio 2022 funzioneranno soltanto i tv DVB-T2 oppure i decoder con digitale terrestre 2.0.

In questi tre anni che rimangono ci sarà dunque un progressivo passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre.

I tempi sono quelli elencati di seguito:

  • 1 Gennaio 2017: è iniziata la vendita dei televisori dotati di tecnologia DVB-T2 e HEVC per iniziare a mettersi al passo con i futuri cambiamenti.
  • Anni 2020-2021: periodo di transizione in cui funzioneranno contemporaneamente entrambe le tecnologie, DVB-T e DVB-T2, per permettere il progressivo switch-off completo.
  • 1 Luglio 2022: sarà dismesso il vecchio DVB-T a favore del nuovo DVB-T2 con il passaggio dalle vecchie alle nuove frequenze, impedendo la ricezione del segnale a tutti i vecchi dispositivi.

Quindi se anche tu sei tra quelli che saranno costretti a cambiare tv o decoder, ricordati queste date se vuoi continuare a ricevere tranquillamente il segnale televisivo.

POTREBBE INTERESSARTI: Li-Fi, la tecnologia che trasmette dati attraverso la luce


  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Tecnologia