Come scegliere le giuste cartucce per la stampante? Cartucce compatibili e ricondizionate: scopri come scegliere le giuste cartucce per la tua stampante in maniera da risparmiare soldi e ottenere risultati di alta qualità.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le cartucce compatibili e quelle ricondizionate sono quelle che oggi vengono scelte dalla maggior parte dei consumatori.

Infatti la stampante è un dispositivo che ormai è possibile trovare nelle case di qualsiasi persona. Ti consente di stampare foto e documenti, fare fotocopie, inviare fax e molto altro. L’utilizzo intensivo della stampante comporta inevitabilmente il consumo in maniera molto rapida delle cartucce indispensabili per la stampa su carta.

LEGGI ANCHE: I migliori siti di elettronica online per risparmiare.

Le cartucce sono infatti articoli consumabili necessari per il funzionamento di qualsiasi stampante a getto d’inchiostro. Per loro natura non sono eterne e, pertanto, necessitano di sostituzioni frequenti a seconda dell’uso che si fa del dispositivo. Questo si traduce in costi di manutenzione di cui bisogna tener conto, che ti accompagneranno per tutta la durata della vita della tua stampante.

Esistono, però, dei metodi che ti possono consentire di risparmiare, ammortizzando così questa spesa routinaria, e uno di questi è l’acquisto di cartucce per la stampa realizzate interamente da aziende terze, che funzionano comunque con le stampanti dei più noti brand.

Andiamo a vedere quali scegliere e come fare la scelta migliore per ogni singola esigenza.

Cartucce compatibili o ricondizionate?

Tali prodotti prendono il nome di cartucce compatibili, e ti consentono di risparmiare considerevolmente, visti i prezzi più bassi di quattro o cinque volte rispetto alle ricariche originali. Ma questo non è l’unico mezzo attraverso il quale puoi evitarti l’acquisto delle costose cartucce vendute dalla stessa casa di produzione della tua stampante inkjet.

Un’altra soluzione prevede l’acquisto di cartucce ricondizionate, ovvero ricariche che sono state precedentemente utilizzate e poi riempite nuovamente di inchiostro per tornare a funzionare. Più nello specifico, si tratta di riutilizzare i contenitori originali delle cartucce, quindi brandizzati anche dai marchi più famosi, per poterli reimmettere in commercio riportandoli allo stato originale. Si tratta di una scelta più sostenibile per l’ambiente, e che garantisce maggiormente la compatibilità col dispositivo.

Tuttavia, sia prima che dopo l’acquisto, sorge un dubbio del tutto legittimo, nel consumatore: come faccio a sapere che ho comprato la giusta cartuccia e che non ho sprecato i miei soldi? Non temere. Ci sono diversi segnali che ti aiutano a comprendere il valore del prodotto che hai acquistato.

Cartucce ricondizionate: una soluzione più sicura

cartucce compatibili

Per quel che concerne le cartucce ricondizionate, il discorso è molto più semplice.

Poiché i contenitori usati non sono prodotti da terzi, al contrario dell’inchiostro utilizzato per riempirle, basterà semplicemente cercare la cartuccia corrispondente al marchio e il modello preciso della tua stampante inkjet a testine. In questo modo, sarai certo di aver acquistato un prodotto quanto meno compatibile col tuo dispositivo. Tutto ciò ti eviterà problemi legati alla lettura della cartuccia, portando a termine la stampa con successo.

Questo è uno dei motivi per cui si tende spesso a preferirle alle cartucce compatibili, soprattutto nel caso di modelli datati, che più faticano con l’acquisizione di ricariche realizzate recentemente.

Se ti affidi ad un rivenditore affidabile, la cui qualità dei materiali impiegati è certificata dal produttore e dalle recensioni degli utenti, dovresti aver comprato la giusta cartuccia ricondizionata semplicemente selezionando il modello corretto.

Cartucce compatibili: una scelta altrettanto valida

cartucce compatibili

Il caso delle cartucce compatibili è leggermente diverso.

Al contrario delle ricondizionate, queste ricariche sono realizzate interamente con materie prime e lavorazione di aziende terze, brand minori che, il più delle volte, non producono nemmeno stampanti, ma solo ed unicamente cartucce compatibili. Sia il contenitore, che l’inchiostro presente all’interno, non appartengono in alcun modo alle case di produzione delle inkjet presenti in commercio, ed è per questo che il loro costo è così ridotto.

Tuttavia, esiste un lieve rischio connesso all’uso di questo tipo di cartucce. Talvolta infatti potrebbero non essere lette dalla stampante o dalla fotocopiatrice, rivelandosi un acquisto sbagliato e, di conseguenza, una perdita di soldi.

Ad onor del vero, tale eventualità si verifica molto raramente, così come guasti e danni all’integrità strutturale della cartuccia che potrebbero compromettere la garanzia e le condizioni della tua stampante. Ciò capita solo se ci si affida a prodotti troppo scadenti, presi da siti inaffidabili o truffaldini, con prezzi fin troppo irrisori e informazioni scarne o incorrette.

LEGGI ANCHE: Come evitare le truffe su Ebay e acquistare in totale sicurezza.

Con un minimo di attenzione, e affidandosi solo a siti di e-commerce e rivenditori al dettaglio che si occupano esclusivamente di cartucce compatibili e ricondizionate seri e affermati sul mercato, eviterai questi fastidiosi imprevisti.

Una cartuccia compatibile di qualità sarà, infatti, letta correttamente dalla tua stampante e, se anche verrà rilevata la presenza di un prodotto non originale, opportunamente segnalato da una notifica sul desktop, questo non impedirà comunque la stampa, e qualsiasi altra operazione del dispositivo, che verrà portata a termine con successo sempre e in qualunque caso.

La qualità grafica della copia generata sarà un altro elemento per valutare il tuo acquisto, e decidere così se sia valso i tuoi soldi.

Conclusioni

Le cartucce compatibili e ricondizionate sono in grado di stampare e fotocopiare con fedeltà e nitidezza sia documenti testuali che immagini. Le loro prestazioni non hanno nulla da invidiare ai prodotti originali, ed è proprio per questo che sono un’ottima soluzione per poter risparmiare. Il tutto senza rinunciare alle performance di una stampante ricaricata con cartucce originali.

Sia ben chiaro, un prodotto originale è quello che viene sempre consigliato da qualsiasi produttore. Ma oggi sia le cartucce rigenerate che quelle compatibili hanno raggiunto una qualità che magari fino a qualche anno fa non avevano ancora raggiunto.

In conclusione, comprendere se hai fatto la scelta giusta non è poi così difficile. L’importante è affidarti ai giusti rivenditori. Anche perché le possibili truffe sono sempre dietro l’angolo.

POTREBBE INTERESSARTI:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento