Fare soldi con il web: investire in domini Consigli utili per iniziare a investire in domini e siti web e iniziare a guadagnare online in maniera semplice, veloce e molto redditizia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Investire in domini e fare soldi con il web è ormai un metodo molto utilizzato da parecchi anni per creare una fonte di guadagno.

In particolar modo, la compravendita di domini e siti web è in continua espansione da qualche anno negli Stati Uniti d’America, ma ultimamente anche in Italia sta prendendo sempre più piede e, in molti casi, può fruttare anche migliaia di euro se svolta nella maniera ottimale.

Il trucco consiste sostanzialmente nell’acquistare per pochi euro domini o interi siti web potenzialmente desiderabili in futuro da qualcuno, ma ancora disponibili per la vendita. E il segreto sta tutti qui: saper scegliere il dominio o il sito web potenzialmente profittevole.

LEGGI ANCHE: Creare blog di successo nel 2021: guida completa.

Sicuramente anche tu avrai sentito parlare  tantissime volte di investimenti nel settore del web. Questo perché internet permette di poter percorrere tantissime strade che possono, in alcuni casi, anche farci svoltare realmente nella vita.

E’ ovvio che, come in tantissimi altri settori, investire nel web non è assolutamente facile e fare soldi non è assolutamente una passeggiata. Ma con alcuni semplici accorgimenti si potrà portare a termine questa tipologia di investimento e iniziare  guadagnare realmente.

Cosa prefissarsi prima di investire?

Come quando si investe in altri settori, prima di investire nel web dobbiamo conoscere a fondo le nostre finanze, ovvero quanto capitale siamo disposti ad investire e, soprattutto, a quali rischi economici stiamo andando incontro.

Non possiamo essere soggetti a sorprese quando investiamo, ma dobbiamo calcolare tutto nel minimo dettaglio.

Oltre a ciò, è fondamentale prefissarsi degli obiettivi che siano concreti e realizzabili.

Un obiettivo può essere prefissato a seconda di quanto impegno e tempo siamo disposti ad investire in qualcosa e in base a quanto possiamo investire economicamente.

E’ fondamentale porsi degli obiettivi prima di iniziare ad investire: bisogna porsi delle scadenze prefissate.

Solo in questa maniera saremo capaci di capire se il nostro investimento sia andato a buon fine oppure no. 

Tornando al discorso web, internet è un posto che consente di investire in una miriade di modi.

Si possono percorrere una serie di strategie davvero molto vaste. Una di queste è sicuramente quella che è legata agli investimenti in domini. 

Guadagnare col web: investire in domini

Investire in domini

Guadagnare con i domini è un’attività che, almeno per ora, non è soggetta ad una sovrabbondanza della domanda, per così dire, ovvero non ci sono moltissimi imprenditori che si sono concentrati su questo modo di investire.

Difatti si tratta di un’attività che, sebbene sia conosciuta, non è così comune. Richiede, inoltre, pochissime conoscenze a livello tecnico. 

Ma che cos’è un dominio? Un dominio non è altro che l’indirizzo di un sito web: si tratta di un indirizzo univoco che permette di raggiungere un determinato sito web.

LEGGI ANCHE: Come guadagnare con un canale YouTube nel 2021.

Il dominio è composto da parti diverse, come si può vedere dall’url: queste sono suddivise proprio dalla punteggiatura.  Oltre al prefisso, possiamo notare il dominio stesso e quella che viene chiamata estensione. 

Fare soldi con i domini consiste nell’acquistare dei domini liberi dal web, per poi successivamente rivenderli facendo speculazione.

Per acquistarlo dobbiamo, in primo luogo, capire se sia libero, ovvero se non sia di proprietà di nessuno. Si può facilmente cercare questa info sul sito di un provider e, nella sezione apposita di acquisto domini, digitare il domino che vogliamo acquistare. 

I costi dei domini sono davvero molto accessibili.

Chi investe in questo tipo di mercato acquista domini che ipotizza possano diventare, un domani, fondamentali per altri investitori: basti pensare al fatto che, addirittura, alcuni hanno persino comprato i domini che contengono nomi di personaggi famosi, e che hanno poi rivenduto a cifre molto importanti.

Insomma, bisogna essere bravi e fortunati che il dominio acquistato possa essere richiesto in futuro da qualcuno e se qualcuno è un imprenditore o un’azienda molto importante, allora si può pensare di fare veramente un guadagno importante.

Come investire in domini

Immagina ad esempio di acquistare un nuovo dominio e dargli un particolare nome, supponiamo www.smart-mattress.com (tradotto significa materasso intelligente), sconosciuto a tutti.

Un nome alquanto insignificante a prima vista.

Poi immagina che fra qualche mese una multinazionale americana realizzerà realmente un materasso intelligente (sempre se non esiste già, ma sto facendo soltanto degli esempi) chiamandolo esattamente Smart Mattress e iniziandolo a pubblicizzare.

Nel momento in cui andrà ad acquistare un dominio per realizzare il proprio sito web per far conoscere il proprio prodotto a livello mondiale si accorgerà che quel nome di dominio esiste già e quindi è già occupato da qualcun altro.

Sicuramente in questi casi la società non cambierà mai il nome del proprio prodotto che magari ha già riscosso il suo piccolo successo, ma intraprenderà una strada tra le due disponibili:

  1. Acquistare un nome di dominio simile al tuo, ma differente (smartmattress, mattress-smart, ecc.).
  2. Acquistare il tuo dominio.

Solitamente se una società ha iniziato a sponsorizzare il proprio prodotto con un determinato nome, farà di tutto per acquistare un dominio con quello stesso nome.

Le grandi aziende sono disposte anche a pagare anche migliaia (a volte milioni) di euro per un dominio che desiderano particolarmente.

Quindi, scegliendo il nome giusto per il proprio dominio e volendo poi rivenderlo, con un po’ di astuzia o un po’ di fortuna, è possibile guadagnare a volte anche somme non indifferenti.

Ovviamente l’esempio che ho appena fatto è soltanto un caso limite, nella realtà quotidiana difficilmente arriverà qualcuno disposto a pagare cifre esorbitanti per acquistare un dominio di tua proprietà.

Ma sicuramente acquistando un gran numero di domini o interi siti web a prezzi relativamente bassi, nel medio e lungo periodo le possibilità di riuscire a venderli e iniziare a guadagnare crescerà sicuramente.

La scelta del miglior dominio o sito web

In questo caso non gioca alcun ruolo la qualità o la complessità del sito che hai pubblicato sul dominio che hai acquistato. Potresti semplicemente mettere soltanto una pagina statica con scritto “Dominio in vendita”, stop.

Infatti, per dedicarsi esclusivamente alla compravendita di domini non c’ bisogno di alcun sito web di particolare interesse: è l’indirizzo stesso ad avere valore. Chi dispone di un dominio desiderato anche da altre persone, potrebbe addirittura essere in possesso di una fortuna tra le mani senza nemmeno saperlo.

Anche e soprattutto le estensioni dei domini vanno prese in seria considerazione.

Per avere successo nella compravendita di domini, prima di tutto bisogna sapere quale valore hanno determinati domini.

I primi segnali del valore maggiore o minore di un dominio si trovano già nell’URL: ad esempio i popolari Top Level Domain .com, .net, .org sono ovviamente molto più richiesti rispetto ad alcune nuove estensioni come .shop, .video o .news.

Inoltre, i domini con nomi brevi ed efficaci sono preferibili rispetto a quelli lunghi e composti da molte più parole. I domini composti da molte parti o contenenti molte parole infatti difficilmente si riescono a vendere, e solitamente risultano comunque poco redditizi.

Giusto per farsi un’idea più chiara, qui di seguito si può visualizzare una classifica delle estensioni di domini organizzativi e geografici più utilizzate al mondo in questo momento:

Investire in domini

Investire in domini

Investire in domini: conclusioni

Come per molte altre tipologie di guadagno online, anche in questo caso bisogna considerare l’aspetto fiscale correlato alla tassazione dei guadagni derivanti da questa attività. 

Gli introiti derivati dalla vendita di siti web e domini devono essere dichiarati all’Erario e su di essi devono essere calcolate le opportune imposte in base alla tipologia di attività che si sta svolgendo.

Se vuoi vendere siti web o domini in maniera occasionale non avrai bisogno di aprire la partita IVA ma dovrai soltanto dichiarare i tuoi guadagni nel momento della dichiarazione dei redditi.

Al contrario, se deciderai di svolgere questa attività in maniera continuativa dovrai, come per tutte le altre tipologie di guadagno sul web svolte in maniera duratura nel tempo, aprire partita IVA e adempiere a tutti gli obblighi fiscali necessari, sempre con l’assistenza di un commercialista esperto in materia.

POTREBBE INTERESSARTI:


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento