Icone sul desktop e rallentamento pc Ti sei accorto che il tuo pc si è notevolmente rallentato? Un numero eccessivo di icone e cartelle sul desktop, unito a tanti altri fattori, rallentano notevolmente l'avvio e l'utilizzo del tuo pc.

Pubblicato da lentux-informatica il

  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

I fattori che rallentano un pc sono molti.

Computer vecchio, processore lento, poca RAM, troppi processi all’avvio di Windows, virus o malware presenti e molti altri.

LEGGI ANCHE: Mantenere il proprio pc pulito, veloce e sicuro

Tra tutti questi fattori da tenere assolutamente in considerazione, ci sta anche un altro elemento importante al quale molte persone non danno mai importanza.

Un numero eccessivo di icone, cartelle, collegamenti e files di installazione presenti sul desktop di Windows, ne rallentano l’avvio e l’esecuzione del pc in maniera non poco significativa.

Vediamo quali e quante icone e cartelle è possibile tenere sul desktop senza sostanziali rallentamenti del pc.

Perchè le icone sul desktop rallentano il pc?

Come tutti voi sapete, il desktop (la scrivania di Windows) è la prima schermata che si presenta all’avvio di qualsiasi sistema operativo.

Che si utilizzi Windows, Linux o MacOS, il desktop è quello che viene caricato e mostrato a ogni accensione del computer.

Molto spesso capita però che il desktop venga visualizzato, ma bisogna attendere un po’ di tempo prima di eseguire qualsiasi operazione perchè va consentito al sistema operativo di caricare tutti i files presenti sul desktop stesso.

rallentamento pc

Operazione alquanto fastidiosa nel momento in cui i secondi che trascorrono, prima di poter utilizzare il sistema operativo, iniziano ad aumentare notevolmente.

10, 15, 20 secondi o anche più ad aspettare che tutte le icone vengano caricate e poi visualizzate.

Il caricamento delle icone sul desktop è lo stesso di quello che avviene nel momento in cui si collega un hard disk esterno o una pen-drive.

Maggiori sono gli elementi presenti su un qualsiasi dispositivo di memorizzazione, maggiore sarà il tempo impiegato per accedere ai dati e visualizzarli.

LEGGI ANCHE: God Mode di Windows: cos’è e come funziona

Finchè parliamo di un numero di icone limitato (fino a 10-15 icone va benissimo), a vista d’occhio non si noterà alcun rallentamento del pc.

rallentamento pc

Il problema si verifica se il numero di icone inizia a salire drasticamente (30, 40, 50 o anche più).

In questi casi i tempi di caricamento del sistema operativo, prima che possa essere utilizzato, aumenteranno in maniera proporzionale al numero di icone presenti.

Quali icone avere sempre sul desktop?

Per risolvere questo problema, la soluzione migliore sarebbe quella di eliminare il maggior numero possibile di icone presenti sul desktop.

In molti, per pigrizia, per dimenticanza o per qualsiasi altro motivo, tendono a copiare files da altri dispositivi, creare nuovi documenti o scaricare giochi e applicazioni direttamente da internet e lasciarli per comodità sempre sul desktop.

Questo va bene, a patto che una volta utilizzati, installati e fatto ciò di cui si ha bisogno, vengano eliminati direttamente, se non più necessari, oppure spostati in altre cartelle all’interno del disco rigido.

La soluzione migliore sarebbe quella di salvare tutti i files meno necessari in una partizione diversa da quella in cui è installato il sistema operativo.

LEGGI ANCHE: Mantenere il proprio pc pulito, veloce e sicuro

Per tutti coloro che non utilizzano la doppia partizione, è consigliato spostare i files meno utilizzati all’interno di qualche cartella contenuta dentro la singola partizione che si possiede (nella classica cartella C: presente in tutti i computer).

Facendo cosi, si riduce notevolmente il numero di icone presenti sul desktop con conseguente aumento di velocità dell’apertura del sistema operativo.

Rimozione icone di sistema

Alcune icone presenti sul desktop nel momento dell’acquisto di un nuovo pc potrebbero non essere eliminate o spostate facilmente col classico metodo.

Provate ad esempio ad eliminare l’icona del Cestino di Windows oppure l’icona di Risorse di Rete.

Come potete notare dalle immagini successive, il menù presente sul cestino cliccando con il tasto destro del mouse non è uguale a tutti gli altri files o cartelle standard.

rallentamento pc

A differenza dei files standard infatti, per le icone di sistema non è presente la voce che permette di eliminare, copiare e tagliare.

rallentamento pc

Per la rimozione delle icone di sistema, se non necessarie, bisogna seguire un’altra strada.

Bisogna andare nelle “Impostazioni di Windows” e sotto il menù riguardante i “Temi” bisogna selezionare la voce “Impostazioni delle icone del desktop”.

Da qui è possibile scegliere quali icone mostrare e quali nascondere dal desktop.

rallentamento pc

Aumentare la cache delle icone

Potrebbe capitare però a volte che tutte le icone presenti sul desktop siano strettamente necessarie e utilizzate giornalmente.

Vuoi per qualche particolare tipologia di lavoro o per qualsiasi altro motivo, si ha la necessità di avere molte icone sul desktop e sempre a portata di mano.

In questi casi particolari è possibile lasciare il desktop pieno di files e intervenire manualmente per cercare di velocizzare il più possibile l’avvio del computer.

Quello che va fatto è una semplice modifica al sistema per aumentare la dimensione della cache delle icone.

Il procedimento è molto semplice.

Innanzitutto bisogna fare in modo che Windows crei un nuovo database di icone, per cancellare e resettare quello esistente che rallentava il caricamento di tutte le icone.

Per farlo basta cliccare sul tasto Start di Windows, incollare la seguente riga e premere Invio:

C:\Users\%username%\AppData\Local\

All’apertura della finestra bisogna selezionare l’opzione per la visualizzazione degli “Elementi Nascosti”, se è disattivata, eliminare il file IconCache.db e riavviare il pc.

rallentamento pc

Una volta che il pc si è riavviato, bisognerà nuovamente cliccare sul tasto Start di Windows, incollare quest’altra riga e premere Invio:

C:\Users\%username%\AppData\Local\Microsoft\Windows\Explorer

All’interno di questa cartella sarà necessario eliminare tutti i files che iniziano per iconcache.

rallentamento pc

Per evitare qualsiasi tipo di problema è consigliato copiare e incollare tutti questi files da eliminare in un’altra cartella di appoggio, da ripristinare in caso di necessità.

Modifica registro di Windows

Un’ultima e ulteriore modifica riguarda il registro di sistema di Windows.

Sempre dal tasto “Esegui” presente in tutte le versioni di Windows, scrivere “regedit” nel box di ricerca.

Si aprirà il registro di sistema di Windows e sotto il percorso:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer

creare un Nuovo – Valore Stringa assegnandogli il nome: Max Cached Icons.

Fare un doppio click sul nuovo valore creato e dare il valore 4096 (4MB) o 8192 (8MB).

Successivamente riavviare il pc per rendere effettive le modifiche.

rallentamento pc

Se non si notassero dei miglioramenti dopo quest’ultima modifica, si consiglia di eliminare il file Max Cached Icons precedentemente creato.

Come effettuare un test di velocità all’avvio

Per dimostrare l’effettiva differenza di velocità dell’avvio di Windows in presenza di un numero eccessivo di icone, è stato utilizzato un piccolo software chiamato BootRacer, scaricabile direttamente dal seguente link.

BootRacer è una semplice applicazione che misura quanto tempo impiega un computer per avviarsi, ed è installabile su qualsiasi versione di Windows, comprese le più recenti.

Il programma consente di verificare non soltanto quanto impiega Windows a caricare i componenti essenziali per il suo funzionamento ed i vari driver, ma stabilisce anche quanto tempo passa prima che il desktop sia effettivamente utilizzabile.

I test sono stati effettuati su un notebook HP dotato di sistema operativo Windows 10 a 64 bit.

Per la dimostrazione dell’effettiva lentezza di avvio del sistema operativo, sono stati presi in considerazione due casi differenti.

  • Un avvio con 7 icone presenti sul desktop (Risorse del computer, cestino, 3 collegamenti a 3 diverse applicazioni installate sul pc, 1 cartella contenente 3 files .doc e infine un documento di testo).
  • Un avvio con 100 icone presenti sul desktop (sono state inserite icone in maniera casuale, tra cui collegamenti, cartelle, icone di installazione di software, files Word, Excel e Powerpoint).

Risultati test

Con la presenza di poche icone sul desktop, il risultato dell’avvio completo di Windows, prima di poter essere utilizzato è pari a 127,812 secondi.

Questo tempo è calcolato sommando il tempo di avvio di Windows (tempo necessario per caricare tutte le applicazioni impostate all’avvio, e io ne ho parecchie!!) e il tempo di caricamento del desktop (quello che impiega dalla visualizzazione del logo Windows fino al caricamento vero e proprio delle icone presenti sul desktop).

Il tempo totale di avvio, in presenza di un numero elevato di icone, sale invece a 134,890 secondi.

Come si può ben notare dalle immagini precedenti, il tempo di avvio di Windows è pressocchè identico, 112 secondi contro 113.

Quello che cambia invece è la voce relativa al tempo di caricamento del desktop.

In presenza di poche icone, il tempo necessario per il completo caricamento del desktop è pari a 15 secondi.

Se il numero di icone inizia a crescere di molto, il valore sale fino ad arrivare a 21 secondi, con una differenza di circa 7 secondi.

Infine, si può notare un grafico comparativo tra i due test effettuati, in cui è evidenziato un miglioramento di circa 7 secondi tra la presenza di poche icone sul desktop e una presenza elevata di icone.

A parità di tempi di caricamento di servizi all’avvio e driver, la differenza sostanziale sta nei tempi di caricamento del desktop (15 secondi contro 21).

Conclusioni

Una volta che sono state analizzate tutte le possibili situazioni, è necessario scegliere quale delle soluzioni proposte sia la migliore per ogni esigenza.

In conclusione, la soluzione migliore sarebbe quella di mantenere il desktop più pulito possibile, lasciando soltanto i documenti, i collegamenti e le cartelle strettamente necessarie.

Ricordarsi di eliminare dal desktop i files non più utilizzati e di spostare in altre cartelle (meglio se su altre partizioni) del pc quelli utilizzati di meno.

Soltanto in casi eccezionali, in cui si ha la necessità di lasciare il desktop “sporco”, è possibile intervenire sulle impostazioni della cache delle icone e sul registro di sistema.

POTREBBE INTERESSARTI: Mantenere il proprio pc pulito, veloce e sicuro


  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •